Inviato: sabato 1 aprile 2017 09:56

Oggetto: Relazione cura enzimi citozeatec MARCO DANIELE

Buongiorno dottor Ferorelli, sono Marco Daniele, il ragazzo affetto da sclerosi multipla e la contatto per la privacy e il rilascio del mio permesso a trattare i miei dati e quelli dei miei referti, come storico per i vostri studi e ricerche ed eventuali pubblicazioni su riviste scientifiche e con eventuale pubblicazione su facebook. Inoltre vi contatterò anche attraverso Facebook. Questo anche per riferirle il mio stato attuale mediante la mia assunzione degli enzimi della citozeatec. La malattia mi venne diagnosticata nel marzo del 2010 dall’ospedale di Padova nel reparto neurologico della pediatria. La sclerosi si rivelò tramite forti mal di testa senza febbre che duravano una notte. Dopo una settimana dall’insorgere del male alla testa non riuscivo più a muovere le gambe solo lievemente le braccia. Appena entrato all’ospedale, mi fecero flebo di cortisone , così per tre settimane da cui riuscì a riprendere il movimento e l’uso delle braccia. Dopo di che, tornai a casa e fui trasferito in day hospital sempre a Padova dove mi prescrissero una terapia che prevedeva una settimana di cortisone 250 ml con flebo e acqua fisiologica. Questo sistema duró due settimane. Poi iniziai con la somministrazione di TYSABRI al posto del cortisone , seguito sempre dall’acqua fisiologica una volta al mese. Questo sistema duró fino a gennaio del 2016, in cui io decisi di interrompere la terapia per evitare di iniziare una nuova terapia appena sviluppata. In quel periodo provai a cambiare ospedale , infatti tramite un dottore di conoscenza ( dott. CALABRESE ) passai a Verona in cui provai un nuovo prodotto nominato GYLENIA che consisteva in pastiglie di principio attivo assieme alla vitamina D somministrata con il farmaco DIBASE . Dopo due mesi di essere stato senza TYSABRI non riuscivo a muovermi o altro perciò fui costretto a tornare a Padova, anche perchè in quel periodo dovevo tornare a scuola per concludere il quinto anno. Tornato all’ospedale di Padova ricominciai per una settimana il cortisone 250 ml poi ripresi il TYSABRI fino a settembre 2016 dopodiché ho iniziato la cura enzimatica secondo il protocollo citozeatec. Di seguito le voglio raccontare il mio percorso durante a oggi:

– 1 mese – nel primo mese ho notato una maggior energia durante la giornata senza rilevare alcun sintomo. Solo alla fine del mese ho notato la presenza di scatti involontari e tremolii localizzati. Ho praticato palestra per conto mio nell’ultimo periodo del mese
– 2 mese – nessun problema nel secondo mese a parte una differenza al tatto rilevata sull’arto sinistro. In questo mese ho iniziato a fare dei piccoli tratti di corsa
– 3 mese – in questo mese ho notato che la differenza di tatto nel altro sinistro non c’è più ma noto difficoltà nel muovermi. Nell’inizio del mese ho riscontrato problemi di movimento all arto sinistro, verso la metà del mese il problema si è trasferito all’arto destro causandomi perciò problemi motori. Infatti non riuscivo a muovermi agilmente, a dovevo aiutarmi “attacandomi” a ciò che mi circondava.
– 4 mese – le cose sono migliorate. Ho riacquistato il movimento degli arti . Verso la fine del mese ho ricominciato a guidare e ad andare in bicicletta. Noto che l’autonomia è bassa (ovviamente )
– 5 mese – le cose vanno sempre meglio. L’unica “pecca” è l’autonomia scarsa, infatti in questo periodo mi sono mosso per trovare un lavoro, ma non è facile.
L’autonomia è di circa due ore che variano in base a che tipo di attività pratico (es. ragionamento + camminata .. oppure guida + camminata)
Sono arrivato alla conclusione che l’alimentazione ha il suo ruolo in questo problema, permettendomi di aumentare la mia autonomia. Ciò nonostante nel momento in cui io mi sento stanco devo sedermi dieci minuti per recuperare, poi posso proseguire nell’attività.
Ora noto una difficoltà nel evacuare l’intestino perciò per liberarmi utilizzo ancora dell’enteroclisma con 15 ml di Citozym e 15 ml di acqua Il peso, duranti cinque mesi, È variato di poco. solamente nel terzo mese ho notato una perdita di peso (59 a 57) Sono contento di aver utilizzato questa cura enzimatica, che consiglio a tutte le persone che hanno un problema simile al mio e auguro anche loro gli stessi ottimi risultati.

PS. ho sospeso l’assunzione del protocollo citozeatec VENERDÌ 24 MARZO 2017 e da qualche giorno sono ricominciati scatti degli arti INVOLONTARI. Con la presente i miei più cordiali saluti, in attesa delle analisi relative i miei miei referti “risonanza magnetica”.
Spero che questa mia testimonianza possa aiutare le persone che come me vedevano solo buio.

Marco Daniele
mailto:marcod054@gmail.com